AlimentazioneDepurare l'intestino

Chi ha l’intestino depurato vive meglio e più a lungo

La nostra digestione funziona bene e l’assimilazione dei nutrienti è assicurata solo se abbiamo un intestino sano.

La regolarità intestinale è quasi sempre una conseguenza di una corretta alimentazione.

Quando l’intestino sta bene si assiste ad un rafforzamento del sistema immunitario.

Quando l’intestino è affaticato, invece, è possibile che nell’organismo sia in atto un’intossicazione intestinale.

Gli effetti dell’intossicazione dell’intestino possono estendersi a tutto il corpo.

Alcuni effetti indesiderati dell’intossicazione sono: intolleranze alimentari, problemi nella respirazione, gastrite, colite, costipazione, cisti, disturbi del metabolismo, problemi alla pelle come ermatite, acne, problemi di vista e udito.

Per risolvere questo fastidioso problema è necessario seguire un programma di detox, i cui i benefici sono immediati.

Seguire un periodo di disintossicazione dell’intestino è consigliato soprattutto durante i cambi di stagione e dopo periodi di alimentazione disordinata.

Bisognerebbe anche avere l’accortezza di alleggerire l’intestino quando siamo sottoposti a stress psico-fisici. Ci si sentirà più energici!

Come possiamo depurare l’intestino?

Per depurare l’intestino dobbiamo agire attraverso un’alimentazione sana ed equilibrata.

Per favorire la disintossicazione dell’intestino, il consiglio è di bere molta acqua, sempre fuori pasto per non allungare i succhi gastrici e, quindi, non appesantire la digestione.

Inoltre è necessario aggiungere fibre alla dieta come frutta, verdura e cereali.

Tocca anche eliminare o diminuire il consumo di tutti i cibi che lo affaticano: grassi di origine animale, carne rossa e salumi, ricchi di grassi saturi vanno eliminati o per lo meno evitati per un certo periodo.

Vanno bene, invece, le proteine magre, come carni bianche e pesce azzurro.

In generale, andrebbero limitati tutti i cibi che rallentano la digestione; condimenti grassi come il burro e intingoli vari sono da bandire.

Come condimento usare solo olio extravergine d’oliva a crudo, che stimola la produzione di bile e facilita la digestione.

Zucchero, cereali raffinati, farina bianca, pasta e pane andrebbero eliminati del tutto per qualche giorno, o comunque limitati.

Ok ai cereali integrali e nel piatto non deve mai mancare la verdura, in particolare quella amara a foglia verde, ricca di clorofilla: broccoli, cavoli, cicoria, barbabietole e carciofi sono quelli più indicati.

Come frutti vanno bene mele, frutti rossi e ananas.

Non solo alimentazione equilibrata: altri consigli per depurare l’intestino

Molte persone adottano rimedi come l’idrocolonterapia ma è necessario sottolineare che non esistono evidenze scientifiche a supporto di questa pratica.

Un consiglio scientificamente valido è quello di adottare la dieta Mima Digiuno.

Un rimedio classico per disintossicare l’intestino consiste nel bere acqua calda-tiepida e limone al mattino, almeno 15 minuti prima di colazione.

Altri rimedi naturali possono essere il succo di Aloe vera oppure la linfa di betulla, entrambi da assumere la mattina a digiuno e la sera prima di coricarsi.

Un altro rimedio ottimo per la depurazione dell’intestino è rappresentato dalla curcuma.

Potrebbe interessarti scoprire 3 ricette che allungano la vita consigliate dallo scienziato Valter Longo.

Centrifugati verdi con sedano, cetriolo e succo di carota sono ottimi spuntini, utili per depurare il fegato.

Evitare assolutamente le bevande alcoliche, diminuire o evitare del tutto anche il consumo di caffè e the nero, mente vanno bene the verde e the bianco.

Articolo a cura di: Antonio Visceglia