Alimentazione

Oggi parliamo di un prodotto sempre più diffuso: il latte vegetale.
Ne esistono molti tipi, quindi vogliamo fare un po’ di chiarezza.

Le alternative vegetali al latte di mucca si stanno diffondendo sempre più fra i consumatori, a dispetto di prezzi generalmente più salati. Per alcuni è semplicemente una scelta, che sia etica/ideologica o salutistica. Per altri invece, come chi soffre di intolleranza al lattosio, diventa una necessità.

l latte vegetale si può ricavare dai legumi (come il diffusissimo latte di soia), ma anche da cereali e noci. Spesso in commercio li troviamo fortificati con nutrienti quali calcio e vitamine D e B12, che altrimenti sarebbero contenuti in quantità modeste.
Dal punto di vista nutrizionale, il consumo di latte vegetale può essere motivato fondamentalmente da:
• Intolleranza al lattosio
• Colesterolo alto
• Allergia alle proteine del latte

LATTE DI SOIA

Pregi:

• Il buon contenuto di proteine abbinato a un apporto calorico contenuto lo rendono un latte vegetale nutriente ma leggero.
• Ottimo per cuore e arterie, per chi ha il colesterolo alto o per chi vuole prevenire i problemi cardiovascolari, grazie al suo contenuti di acidi grassi insaturi e isoflavoni
• Ha un indice glicemico basso, indicato quindi per i diabetici
• Indicato per le donne in menopausa, grazie al contenuto di isoflavoni
• Più digeribile rispetto al latte vaccino
• Economico rispetto ad altri latti vegetali
• La soia, se coltivata correttamente, è una pianta molto produttiva e dal ridotto impatto ambientale.

Difetti:

• La soia può far manifestare allergie nei soggetti sensibili.
• Va preferito in versione biologica (e di origine italiana) poiché spesso la soia viene coltivata in maniera intensiva e su scala industriale impiegando quindi alte quantità di pesticidi
• Poco appetibile per chi è affezionato al sapore del latte vaccino

LATTE DI RISO

Pregi:

• Minimo contenuto di grassi e ridotto tenore calorico
• Altamente digeribile
• Non contiene glutine, è quindi adatto ai celiaci
• Contiene triptofano, sostanza che favorisce il rilassamento e il sonno.
• Ha una bassa allergenicità, quindi per chi è allergico alla soia può essere la scelta giusta.
• È dolce e generalmente appetibile.

Difetti:

• Povero di proteine.
• Ha un rilevante contenuto di zuccheri ed un valore glicemico più alto rispetto al latte di soia, per questo può essere controindicato per i diabetici.
• Povero di vitamine e minerali (calcio, A, D e B12), a meno che questi nutrienti non vengano aggiunti. Per questo motivo, è meglio scegliere il latte di riso arricchito.
• Per beneficiare di un profilo nutrizionale più completo, sarebbero da preferire le bevande ottenute da riso integrale.

LATTE DI AVENA

Pregi:

• Leggero e digeribile.
• L’avena in sé è ricca in betaglucani, sostanze che aiutano a ridurre il colesterolo e gli acidi biliari dell’intestino, svolgendo una funzione depurativa e protettiva. Nella produzione di questa bevanda, però, gran parte dei betaglucani va perduta. Lo stesso discorso vale per le fibre. Fate attenzione quindi alle etichette promozionali che possono esaltare eccessivamente la presenza di queste sostanze salutari
• Contiene modeste dosi di vitamina E e acido folico
• Ha una bassa allergenicità
• Basso indice glicemico rispetto al latte di riso

Difetti:

• Scarso apporto proteico anche se maggiore rispetto al latte di riso
• Il suo particolare sapore potrebbe non incontrare il gusto di tutti

LATTE DI MANDORLA

Pregi:

• Digeribile e completo dal punto di vista nutrizionale
• Ottimo per cuore e cervello, grazie al suo contenuto di grassi insaturi, antiossidanti e minerali, unito all’assenza di colesterolo
• Contiene più calcio rispetto alle altre bevande vegetali
• Non contiene ormoni o isoflavoni (a differenza del latte vaccino e di soia), questo aspetto ne fa un alimento consigliabile per chi soffre di acne o di squilibri ormonali.

Difetti:

• Costoso

LATTE DI NOCI

Pregi:

• Ricco di acidi grassi insaturi, omega 3 e 6, vitamina E, polifenoli e minerali, sostanze preziose per il sistema cardiovascolare, per la memoria e per la salute in genere
• Favorisce il benessere dell’apparato digerente, essenziale anche per sostenere le difese immunitarie

Difetti:

• Come il latte di mandorle, è fra le bevande vegetali dal prezzo più alto.
• Non di facile reperibilità

LATTE DI COCCO

Pregi:

• Nutriente e ricco di proteine
• È il latte vegetale più ricco di fibre.
• Elevato potere saziante
• Ha un sapore gradevole

Difetti:

• Elevato il suo contenuto di grassi e calorie, aspetto che però deve essere considerato all’interno della dieta. È il latte vegetale con più grassi saturi, anche se si tratta di grassi più salutari rispetto a quelli di origine animale.
• Costoso rispetto ad altri latti

Scritto da Chiara Mirani – Responsabile dell’ufficio scientifico “Longevity Studio”.