Alimentazione

Nonostante la crisi economica, gli italiani si concedono almeno una settimana di vacanza nel periodo estivo. Mare, montagna, città estere: non importa la meta, la vacanza è sinonimo di relax, lunghe dormite, assenza di scadenze e orari, in una parola, tempo.

Ecco perché tornare al lavoro o a scuola, affrontando impegni, prove e orari, genera in molti casi un malessere da rientro che va riconosciuto e affrontato. Per farlo, è possibile aiutarsi con il cibo.

Oltre a frutta e verdura di settembre, ci sono alcuni alimenti amici del buonumore. Ecco la lista:

Uva rossa per riposare meglio. Questo frutto di settembre, infatti, stimola la produzione di melatonina, l’ormone che regola il ciclo sonno-veglia.

Mele: tra le tante proprietà benefiche che caratterizzano questo frutto, c’è anche l’azione rilassante. La mela più calmante è la mela stayman, ricca di magnesio, zinco e acido tartarico.
Banane: grazie ai loro nutrienti favoriscono la produzione di serotonina la quale, insieme a potassio e magnesio, stabilizza l’umore, contribuendo a ritrovare energia e contrastando il nervosismo.

Mandorle: proteggono l’organismo da stanchezza fisica e mentale, grazie alle proprietà del magnesio di cui sono ricche.

Avena: è un riequilibrante del sistema nervoso, in quanto contiene fibre, carboidrati, proteine e vitamine. Aiuta l’organismo e l’umore fornendo una grande carica energetica.

Salmone: gli omega-3 sono essenziali nell’alimentazione contro lo stress da rientro, in quanto sono indicati anche nella cura della depressione e dell’ansia. Il salmone, combinando vitamina D e omega-3, permette la produzione degli acidi grassi essenziali che stimolano la profusione di serotonina.
Riso integrale. Ricco di triptofano, un amminoacido essenziale utile per la sintesi di serotonina, il riso integrale contribuisce ad alleviare le tensioni, bilanciando i livelli di zuccheri nel sangue.

NON SOLO CIBO: CONSIGLI UTILI PER VACANZIERI DEPRESSI
Il primo consiglio è di non considerare conclusa l’estate appena rientrati a casa. Settembre può essere un mese molto bello e, con le giuste accortezze, si può affrontare lo stress da rientro pur ricominciando a lavorare. Scopriamo insieme come.

Stare all’aria aperta. La luce del sole è un ottimo alleato del nostro buonumore. Per affrontare lo stress da rientro, oltre al cibo, è buona regola sfruttare il più possibile i mesi caldi ancora a disposizione, fino a metà ottobre, per stare fuori, fare una passeggiata, o pranzare al parco.
Dormire. Abituati alle lunghe e riposanti dormite estive, non è facile tornare ai ritmi quotidiani. Per affrontare lo stress da rientro ci vogliono più energie e un buon riposo, per cui Il consiglio è di andare a letto presto e dormire almeno 8 ore per notte.

Fare sport. Lo stress si combatte con l’attività sportiva: nuoto, corsa, camminate o anche discipline come pilates o yoga. Va bene anche fare sport in pausa pranzo, pur con qualche attenzione, l’importante è condurre una vita attiva!
Aiutarsi con rimedi naturali. Contro i sintomi dello stress da rientro possono venire in aiuto anche rimedi naturali da erboristeria o fitoterapia. Le erbe dolci come lavanda, malva o passiflora possono essere una coccola ristoratrice, mentre valeriana, melissa e camomilla aiutano, la sera, in caso di ansia e insonnia. Se invece avete bisogno di una sferzata di energia durante il giorno, potete optare per ginseng e guaranà, tra i più famosi ricostituenti naturali contro la stanchezza.
Partire. Se vi è possibile, sfruttate i weekend per organizzare gite, escursioni, visite a città, giornate al mare. Continuare a sentirsi un po’ in vacanza e organizzare nuove uscite aiuta la nostra mente a pensare positivo e a ritrovare energia.

Fonte: https://www.ilgiornaledelcibo.it/quali-alimenti-per-combattere-lo-stress-da-rientro/