Blog


È un alleato della dieta perché purifica, disintossica, sgonfia la pancia e sazia con poche calorie. Inoltre aiuta a contrastare il colesterolo e a combattere i malanni. Ed è buono in ogni occasione.

Altro che la solita minestra! Un piatto di verdure colorate ha vantaggi che nemmeno immaginiamo. Fa dimagrire perché sazia con poche calorie, riduce il gonfiore favorendo la diuresi, restituisce oligoelementi e vitamine. Inoltre è un piatto evergreen, da gustare bollente quando fa ancora freddo, ma delizioso anche a temperatura ambiente all’arrivo della bella stagione.

Fa dimagrire ed è saziante

Non è una contraddizione: scegliere più spesso il minestrone di verdure aiuta a perdere peso. Una porzione da 200 g di sole verdure ed erbe aromatiche, con un filo di olio extravergine di oliva, apporta appena 85 calorie: un piatto di pasta ne contiene quattro volte tanto, Se si aggiunge un po’ di parmigiano si raggiungono le 120 calorie circa, una quantità sempre molto ridotta». In compenso, è altamente saziante. In una porzione sono presenti tante fibre, che assieme al brodo aumentano di volume durante la digestione.

Combatte gonfiore e ritenzione idrica

In una porzione di minestrone sono presenti sali minerali che favoriscono l’attività renale, aiutando a eliminare i liquidi e le scorie in eccesso. «Se viene preparato con patate, pomodori, sedano, cipolla apporta potassio che stimola la diuresi, combattendo gonfiori e accumulo di liquidi nei tessuti», aggiunge l’esperta. È importante, ovviamente, non aggiungere troppo sale o dado, ricchi di sale. Meglio insaporire con erbe aromatiche: timo, origano, basilico che sono anche ricchi di sostanze antiossidanti.

Mantiene giovane la pelle

Pomodori, prezzemolo, zucca, verze, broccoli contengono vitamina A, che mantiene giovane la pelle del viso e combatte la comparsa di macchie e foruncoli. In spinaci, legumi, patate c’è molta vitamina B6, che favorisce l’idratazione della pelle. Per evitare la dispersione delle vitamine con la cottura, il segreto c’è: si deve utilizzare poca acqua, gettarvi gli ortaggi a pezzi non troppo piccoli quando è in ebollizione e cuocere con il coperchio. La buona notizia è che la cottura aumenta la quantità di licopene, un carotenoide del pomodoro che combatte l’invecchiamento cutaneo inibendo l’azione ossidativa del tempo che passa, della luce e dell’inquinamento.

Rigenera l’organismo dopo lo sport

Terminato l’allenamento, l’organismo ha perso liquidi e minerali, mentre la massa muscolare è affaticata. Il minestrone risponde perfettamente a queste esigenze. «Infatti apporta tanti liquidi, un po’ di sodio che aiuta la reidratazione dei tessuti, magnesio e vitamina C che contrastano l’azione dei radicali liberi che si formano nel corpo durante lo sforzo fisico», dice ancora la dietista. L’aggiunta di un cucchiaino di parmigiano o pecorino, oppure di cubetti di speck aggiunge la quota proteica che ricostituisce il tessuto muscolare messo alla prova dall’allenamento.

Aiuta a combattere le sindromi da raffreddamento

Gola che brucia, naso chiuso, starnuti: un piatto caldo di minestrone è una vera panacea per questi malanni. Non solo per il brodo caldo che reidrata le mucose irritate e libera le vie respiratorie: le vitamine presenti nelle verdure combattono le infiammazioni. Un minestrone arricchito con cavolo nero e cipolla e condito con un pizzico di pepe svolge una naturale azione antisettica e antibatterica che combatte le complicanze del raffreddamento. La vitamina C presente nella zucca, nel pomodoro e nella carota allevia il mal di gola, mentre la vitamina A di spinaci, cavoli, broccoli aiuta la liberare le vie respiratorie. Meglio ancora se si aggiunge un pizzico di peperoncino rosso o una spolverata di zenzero.

Contrasta la formazione di colesterolo

Consumare regolarmente minestrone aiuta a ridurre i livelli di grassi nel sangue, soprattutto di colesterolo. Con l’aggiunta di legumi e di cereali come farro o pasta o riso integrale, si ottiene un piatto ad alto contenuto di proteine biologicamente valide, ma non di origine animale e quindi a zero tasso di colesterolo. Inoltre, le verdure, i legumi e i cereali integrali sono ricchi di fibre insolubili che limitano l’assorbimento di grassi e di zuccheri a livello intestinale. Anche questo favorisce la perdita di peso.